La cava Michelangelo e l’Altissimo
22 Agosto 2017
Le grotte in marmo della Patagonia, colori e magia
6 Settembre 2017
Show all

Marmo, Granito o Quarzo – Quale di questi è la migliore scelta per il tuo top cucina?

Questo articolo contiene:

Marmo

Si parla di marmo e subito salta alla mente quello per eccellenza, il marmo di Carrara. Sarà per la sua bellezza o per la storia che rappresenta nella scultura rinascimentale, rimane per tutti la prima scelta. Materiale dalle diverse proposte e classificazioni, dal più economico CD salendo al C fino al costosissimo Statuario costituito da cristalli bianchi e zuccherini quasi privo di venature. Negli ultimi 10 anni è cresciuto nelle richieste il Calacatta, un Carrara dal fondo bianco candido tagliato da venature spesse e drammatiche.
Essendo un materiale molto poroso si macchia facilmente e necessita un accurata manutenzione.

Granito

Per molto tempo il granito è stato il materiale più utilizzato all’interno delle cucine, una pietra naturale altamente resistente al calore ma pericolosamente sensibile agli oli nel caso questi vengano assorbiti da una micro crepa. Importato in grandi blocchi, tagliato in lastre, levigato e lucidato. Materiale notoriamente sano e compatto. Si trova in diverse colori e pattern. Si consiglia la stuccatura annualmente.

Quarzo

Materiale composito industriale in grande crescita in termini di popolarità, non poroso e dunque resistente alle macchie e resistente al calore. Non intrappola batteri come le pietre naturali, estremamente asettico. Composto dal 90% da quarzo e tra il 5 e il 10% di resina. Materiale estremamente compatto e resistente come il granito ma non necessita la ristuccatura periodica. I produttori di questo materiale (Stone Italiana e Cosentino) stanno raggiungendo una produzione che si avvicina notevolmente alle sembianze di molti marmi, compreso il Carrara.

L’articolo è tratto da tapinto.net 

Meglio un pezzo di pane col formaggio piuttosto che una pizza lievitata in fretta, gommosa e indigeribile. Meglio far mangiare a casa i nostri figli, potendo, piuttosto che affidarli a mense scolastiche dove rovinano il palato. L’educazione è una cosa seria anche a tavola.
(Carlo Cracco)

Sarà meglio che impariate a cucinare, perché non potrete farvi selfie provocanti per sempre.
(Anonimo)

La scoperta di un piatto nuovo è più preziosa per il genere umano che la scoperta di una nuova stella.
(Anthelme Brillat-Savarin)

“Lo sai perché mi piace cucinare?”
“No, perché?”
“Perché dopo una giornata in cui niente è sicuro, e quando dico niente voglio dire n-i-e-n-t-e, una torna a casa e sa con certezza che aggiungendo al cioccolato rossi d’uovo, zucchero e latte l’impasto si addensa: è un tale conforto!”
(Giulia Child)

In cucina funziona come nelle più belle opere d’arte: non si sa niente di un piatto fintanto che si ignora l’intenzione che l’ha fatto nascere.
(Daniel Pennac)

 

 

Molto è cambiato dal tempo della Cava Altissimo Michelangelo nelle tecniche di estrazione del marmo, grazie ai nuovi macchinari è possibile cavare con un metodo più preciso, efficiente e mirato. Quello che le nuove tecniche di estrazione creano sono delle cattedrali razionaliste capovolte sotto sopra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. continua a leggere

Chiudi