Marmo, Granito o Quarzo – Quale di questi è la migliore scelta per il tuo top cucina?
31 Agosto 2017
Presentazioni e convegni durante il Marmomac 2017
20 Settembre 2017
Show all

Le grotte in marmo della Patagonia, colori e magia

Questo articolo contiene:

Un lago due nomi due nazioni

Luoghi speciali, quasi magici nelle acque del lago di Buenos Aires/General Carrera. Un lago di 1850 km² suddiviso in 970 km² in territorio cileno nella regione di Aysen e 880 km² in territorio argentino nella regione di Santa Cruz. Lago di origine glaciale caratterizzato da un clima freddo e ventoso che ne rende un territorio ostile agli insediamenti umani. Sono di certo la sua estesa superficie, il secondo lago più grande in Latino America, e la grande ventosità alla origine della formazione delle coloratissime grotte in marmo.

Le grotte in marmo della Patagonia

Queste grotte sono state generate durante gli ultimi 6000 anni dalla lenta erosione delle gelide acque del lago. Il sistema ondoso creato dal vento tipico delle zone meridionali del Latino America ha scavato queste stanze segrete sospese tra sommerso ed emerso. Grotte, tunnel e pilastri che si rispecchiano nelle acque colorate di un fondale con origini glaciali e il conseguente colore turchese.Los Glaciares, famosa attrazione turistica con percorsi turistici che iniziano sulla costa del Lago Argentin dove risiede l’ente che gestisce il parco, diversamente si può avere accesso alle escursioni nei pressi del paesino di El Chaltén ai piedi del Cerro Chaltén. Altri siti turistici  includono il Lago del Desierto e il Lago Roca.

L’articolo è tratto da mnn.com  e lastampa

La natura non è un posto da visitare. E casa nostra.
(Gary Snyder)

Pensa che grande rivoluzione planetaria ci sarebbe se milioni di ragazzi di tutte le parti del mondo con i loro zaini sulle spalle cominciassero ad andare in giro per la natura.
(Jack Kerouac)

C’è una gioia nei boschi inesplorati, C’è un’estasi sulla spiaggia solitaria, C’è vita dove nessuno arriva vicino al mare profondo, e c’è musica nel suo boato. Io non amo l’uomo di meno, ma la Natura di più.
(Dal film Into the wild)

Molto è cambiato dal tempo della Cava Altissimo Michelangelo nelle tecniche di estrazione del marmo, grazie ai nuovi macchinari è possibile cavare con un metodo più preciso, efficiente e mirato. Quello che le nuove tecniche di estrazione creano sono delle cattedrali razionaliste capovolte sotto sopra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. continua a leggere

Chiudi